Ho rimorchiato una troietta in un bar fuori città, me la sono portato a casa, la ammanetto e diventa la mia schiavetta sessuale per una notte intera

Faccio il dominatore a questa troietta ammanettandola
  • Categorie: Pompini
  • Tags:
  • Visualizzazioni: 1.067 visualizzazioni
  • Punteggio:
    1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Dai il primo voto)
    Loading...
  • Una barista troietta

    Mi chiamo Alessandro, ho 29 e sono di Roma. Con i miei amici ci è solito andare in un bar a prenderci il caffè e a chiacchierare un po’. In questo bar c’è una barista di nome, Stefania, con la quale abbiamo instaurato una certa confidenza per via del nostro essere clienti. Soprattutto io, con questa ragazza ho fatto amicizia e ogni volta, che andiamo nel bar, ci divertiamo con battute e sfottò.

     

    L’altro giorno, andando a prendere un caffè con i miei amici, ad un certo punto inizio a parlare con questa ragazza, e decido di farle delle avance palesi, per le quali, lei si imbarazza. Gli chiedo il numero di telefono, ma inizialmente non vuole darmelo, ma insistendo riesco a farglielo concedere. A quel punto la lascio lavorare, ma il giorno successivo le mando qualche messaggio. Iniziamo una conversazione tramite messaggi, attraverso i quali parliamo di tante cose e anche di sesso. Le chiedo quali fossero state le sue esperienze sessuali, e lei mi risponde, che nel sesso, le piace essere legata o ammanettata, insomma, deve essere sottomessa.

     

    La mia sottomessa preferita

    A questi messaggi molto eccitanti le rispondo che a me, invece, piace fare il dominatore. A quel punto, sotto queste dichiarazioni, riesco a tirarle un appuntamento con me. ci vediamo il giorno stesso in un parcheggio vicino al bar dove lavorava. Passa però poco tempo prima che ci viene voglia di scopare e andiamo a casa mia. Gli accessori per fare il dominatore li avevo già, e appena arriviamo a casa, prendo tutti gli oggetti e gli dico di mettersi sul divano e di non muoversi. Appena pronto, come prima cosa, prendo le manette e la ammanetto, la faccio inginocchiare a miei piedi e gli ficco il mio cazzo in bocca. Una volta duro me la scopo come mai avevo fatto prima d’ora e la faccio godere come una cagna in calore. Diventa, così la scopata migliore che avessi mai fatti prima d’ora, facendo una sborrata che mi svuota completamente le palle.

    Inserisci

    Condividere