Prostituta italiana bloccata mentre torna a casa per scoparsela duro in mezzo al parco prima di farle leccare la sborra

fica italiana
  • Categorie: Troie
  • Tags:
  • Visualizzazioni: 231 visualizzazioni
  • Punteggio:
    1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 2,33 out of 5)
    Loading...
  • Sapete quanto è difficile trovare una prostituta italiana? Tanto. Quando trovo lei me ne innamoro, o meglio comincio a desiderarla come nessun altra prima. Passo un’intera giornata con il cazzo duro pensando a lei e rimango sveglio per tutta la notte. Arrivato al mattino, quando il suo turno è finito decido che è il momento di fare la mia mossa. Il mio compare si sveglia all’alba per seguirmi nell’impresa.
    La trovo e la fermo mentre torna a casa. E’ la prima volta che parlo con lei e mi viene naturale trattarla come una troia.

    La insulto, e lei insulta me, ma nel suo sguardo lo vedo che le piacerebbe scoparmi. Vorrebbe essere scopata. Spara una cifra che non chiederebbero nemmeno le troie di Arcore. Ma io da lei la voglio gratis. La sbatto in macchina, mi faccio picchiare, lei urla e fa resistenza, ma non abbastanza. Ancora una volta è evidente che anche lei lo vuole.
    Le sbatto la lingua in mezzo alla fica e questo la ammorbidisce un po’.
    Non so nemmeno come si chiama e già le infilo il cazzo in bocca. Me lo succhia e anche se vorrebbe farlo di malavoglia, la sua esperienza si sente tutta.
    A quel punto mi basta piegarla sul cofano e trombarmela. Me la scopo duro, rapido e non mi fermo mai, ma la zoccola è una vera troia e non fa una piega. Ma non ha capito con chi ha a che fare. Glielo sbatto dentro come un martelletto, la giro e la rigiro e quando passiamo in macchina lei non può più mantenere la sua aria da zoccola distaccata e comincia ad ansimare.
    Quando voglio venire mi basta dirlo e la bionda ammaestrata si piega su di me e me lo mena. Apre la bocca e si prepara a raccogliere i miei schizzi. Mi chiede di pagarla la prossima volta. Già, ha capito che quella non sarà l’ultima volta.

    Inserisci

    Condividere