Mia madre: che bella troia matura, con un corpo stupendo e una sorca vogliosissima di farsi trombare da dieci cazzi duri

biondona vogliosa
  • Categorie: Milf , Pornostar
  • Tags:
  • Visualizzazioni: 208 visualizzazioni
  • Punteggio:
    1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 2,00 out of 5)
    Loading...
  • Ha dovuto aspettare cinquanta anni, ma finalmente si ritrova il sogno di una vita esaudito. Io sono suo figlio, conoscevo il suo desiderio, e sapevo anche che i miei compagni del calcetto non si sarebbero tirati indietro davanti alla sorca di mia madre, che diciamocelo, è un bel topone. Dieci ragazzi muscolosi e atletici che la circondano con i cazzi durissimi. Vuole sentirsi presa da più mani di quante riesca a gestire. Ha una matta voglia di mettersi al centro dell’attenzione di un’intera squadra di calcetto. Le sue tettone mature vengono strizzate in continuazione mentre i cazzoni scuri la sbattono senza alcuna pietà.

    Troia matura, sempre piaciuta

    Lei è una zoccolona che non può fare a meno di godere. Non importa quanto forte la sbattano: lei subisce i colpi come una vacca professionista e continua imperterrita a prendersi cazzi ovunque. I bei cazzoni si alternano dentro la sua sorca bagnata e ogni cazzo che le sborra sullo stomaco, per lei è una goduria infinita. Una troia navigata così non è facile da trovare, e i miei compagni dovrebbero farmi una statua per il regalo che gli ho portato, facile facile da spacchettare. Non l’ho mai vista tanto impegnata e dedita in ciò che fa: un cazzo per ogni mano, un paio in bocca, e i rimanenti buchi che tiene sotto otturati nella medesima maniera.

    Come rendere una madre felice

    Vi svelo anche il dettaglio riguardo mia madre, che a fine prestazione sessuale, dopo aver fatto godere e sborrare oltre dieci uomini arrapati a cazzo duro, mi ha voluto cucinare tutto ciò che desiderassi, per ringraziarmi visto che le ho fatto il regalo che lei aspettava da una vita. Insomma, con una sola mossa, ho fatto felice molte persone: gli arrapati, e mia madre. Sono proprio un ragazzo d’oro, difficile da trovare in giro: adesso portatemi le vostre madri troie da fottermi.

    Inserisci

    Condividere