La mia amica l’altra sera organizzò una festa a casa sua solo per farsi scopare come una vacca sul divano del soggiorno

porno tanga
  • Categorie: Anale , Annunci69
  • Tags:
  • Visualizzazioni: 1.727 visualizzazioni
  • Punteggio:
    1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (16 votes, average: 2,69 out of 5)
    Loading...
  • Che amica che sono! Quando ho consigliato alla troietta di organizzare una festa scopereccia dopo quasi un anno di astinenza c’ha pure pensato su. Io sono stata quella che ha scopato meno, lei sembrava una troia in calore mentre lo prendeva nel culo. Mi aveva detto di non portare la videocamera, ma è rimasta piegata a novanta per tutta la festa e non ha avuto il tempo di dirmi nulla se non “ah, ah, AH!”. E credo che il ragazzo l’abbia scopata abbastanza da farle perdere la memoria. Si offenderà se pubblico il video? Non credo, e infatti eccolo qui a testimonianza della baldoria dell’altra sera. Da notare il tanga in pizzo.

    Una festa per scopare

    Nessun pretesto era migliore di questo: organizzare una festa con tanti ragazzi arrapati e alcohol era un connubio più che perfetto. Incredibilmente si presentano tutti in puntuale orario a casa della mia amica, io invece ero già presente lì per i vari preparativi della casa, anche se in realtà non c’era molto da ordinare, visto lo scopo della festicciola. Arrivano gli invitati, tutti contenti, e dopo poche ore stanno tutti piegati in due dall’ebbrezza. Iniziano le prime palpatine, e la mia amica non ci mette molto a farsi spogliare e a chinarsi a novanta sul divano del soggiorno. Il ragazzo che se la stava menando a pecorina la sbatteva forte di brutto, tant’è che non le tolse nemmeno il tanga di dosso dalla frenesia.

    Un cazzo per ognuna, un cazzo per tutte

    In tanti provano ad avvicinarsi alle chiappe vergini da quasi un anno della mia amica, ma solo quel fortunato ragazzo fu l’unico ad aggiudicarsi il tanto ambito premio. Anche io ho avuto il mio bel da fare, quindi ho lasciato la videocamera in mano ad un amico ad un certo punto della nottata. Lo ammetto: sembravamo una mandria di giovani arrapate in quella casa. Si vedeva gente che scopava in tutti gli angoli dell’appartamento, e si sentiva anche dal piano di sopra un bel baccano. Non oso immaginare il mattino dopo come abbia potuto pulire tutto quel macello in quella casa, spero vivamente per lei che i genitori non sospettino di nulla e non si accorgano dell’orgia organizzata in casa loro.

    Inserisci

    Condividere
  • Roberto dice:

    Le riorganizzate?? Sono di Roma