La fidanzatina di mio figlio è una biondina ninfomane che allarga le cosce e si fa scopare la fighetta bagnatissima

troietta bionda trombata
  • Categorie: Porno Italiano
  • Tags:
  • Visualizzazioni: 325 visualizzazioni
  • Punteggio:
    1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 4,00 out of 5)
    Loading...
  • La fidanzatina di mio figlio

    Mio figlio l’ho proprio allevato bene. I suoi gusti in fatto di ragazze sono impeccabili. Porta a casa sempre figa fresca, giovane e bellissima. Per la maggior parte non molto intelligente o straniera, e al cento per cento arrapate.
    Quando passano la notte a casa nostra mi faccio sempre una bella sega immaginando qualche sviluppo erotico, ma non capita spesso. Però con questa zoccoletta bionda è capitato.
    Mio figlio ancora a dormire e lei che mi allargava le cosce sotto al naso. Non è una cosa che fa molto piacere a mio figlio, ma non è nemmeno la fine del mondo quindi perché tirarmi indietro?

     

    Non mi va di cucinare così voglio invitarli a pranzo. L’idea alla zoccoletta piace, almeno così sembra dalle due parole in croce che sa dire. E credo che voglia darmi un ringraziamento anticipato. Si struscia come una gatta morta. Ha voglia di scopare. Anche se per tutta la notte li ho sentiti scopare quasi senza fermarsi, questa zoccoletta ha ancora voglia di farlo.
    Mi prende una mano, se la infila tra le cosce. La sua fighetta calma me lo fa venire duro, e lei subito me lo prende in bocca.

     

    I tempi migliorano

    Nuda è bellissima, non mi aspettavo niente di meno. Sbattere contro quelle chiappette mi fa sentire un vero stallone. Ma sono i suoi gemiti da troietta ad arraparmi più di tutto. Quelli è tutta l’eccitazione che le cola dalla fighetta.
    Dovremmo far piano invece urliamo fregandocene di svegliare mio figlio. La troia gode e geme e mi cavalca come una vera ninfomane. Ai miei tempi le ragazze non erano così troie, ma i tempi sembrano evolversi per il meglio.
    Ci penso un po’ su che farmene della sborra che trattengo nelle palle. Poi decido di spruzzargliela addosso.

    Inserisci

    Condividere