Sono in vacanza alle Canarie con la mia nuova ragazza, e si può dire che non usciamo mai dall’albergo perché passiamo tutto il giorno a scopare

Sfondo in continuazione il culo alla mia ragazza
  • Categorie: Anale
  • Tags:
  • Visualizzazioni: 194 visualizzazioni
  • Punteggio:
    1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 votes, average: 4,00 out of 5)
    Loading...
  • Le migliori scopate

    Per l’anniversario di fidanzamento con la mia ragazza, decido di regalargli un viaggio alle Canarie, lei non aveva mai fatto un viaggio prima d’ora quindi quando le dico che era ora di partire, è felicissima e per ringraziarmi, mi fa un bel bocchino con ingoio. Il giorno dopo prendiamo l’aereo e partiamo. Appena arrivati, posiamo le valigie in albergo e ci andiamo a fare un giro per conoscere meglio la città. Ci portiamo il costume e ci andiamo a fare un bel bagno nelle acque limpide e pulite delle Canarie.

     

    Passiamo quasi tutta la giornata in spiaggia, ma ad un certo punto decidiamo di tornare in albergo. Quando arriviamo inizia la prima delle tante scopate, ci facciamo la doccia insieme. Sotto la doccia, scopiamo all’in piedi. La prima cosa è un bel bocchino arrapante che rende il mio cazzo durissimo nonostante la stanchezza. Una volta bello duro, inizia la penetrazione, prima nella figa, facendola bagnare come si deve, e poi una volta averla fatta raggiungere l’orgasmo, glielo metto nel culo facendola godere altrettanto, e procurandogli anche un bel orgasmo anale. Pochi minuti dopo, arriva la mia sborrata, che avviene tutta sulla sua faccia, ricoprendola di sperma.

     

    Le scopate in successione

    Appena finita la scopata, ci laviamo e usciamo dalla doccia. Una volta asciugati ci spostiamo sul letto, dove metto la testa nella sua figa, iniziandola a leccare. Usando movimenti molto delicati e precisi, accompagnando il tutto con un bel dito all’interno del culo, la leccata di figa che gli faccio la fa godere così tanto che, una volta che finisco, è talmente arrapata, che si siede sopra il mio cazzo e inizia a cavalcarlo come una maiala incallita. Gli orgasmi che ottiene sono pazzeschi, tali che la fanno urlano di godimento. Le sue urla erano pacate ma intense, a dimostrare che stava godendo tanto. Andiamo avanti per tutta la notte, fermandoci per un paio d’ore ma riprendendo il mattino dopo.

    Inserisci

    Condividere