Tra tutte le mie esperienze sessuali che ho avuto, mi è capitata una troia indiana con una bravura nel fare i bocchini che mi ha fatto arrapare di brutto

Indiana conosciuta in un locale mi fa un bocchino pazzesco
  • Categorie: Troie
  • Tags:
  • Visualizzazioni: 248 visualizzazioni
  • Punteggio:
    1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 2,67 out of 5)
    Loading...
  • Le mie esperienze sessuali

    Mi chiamo Giacomo, ho 26 anni e sono di Napoli. Abito in una zona abbastanza malfamata della città, ma le persone e l’umanità che c’è a Napoli non c’è da nessuna parte. Soprattutto le donne napoletane hanno quell’aria da zoccole che nessun’altra donna di un altro paese ha. Ero convinto di questa cosa, fin quando in un locale nel centro della città, conosco una ragazza indiana. È venuta a Napoli per studiare all’università, ha 24 anni e si chiama Farah.

     

    Parliamo di tante cose, e il suo viso angelico sembrerebbe fatto apposta per prendere cazzi. Ma è una ragazza molto semplice, molto simpatica e alla fine della nostra conoscenza ci scambiamo i numeri di telefono. Nei giorni successivi ci sentiamo tramite messaggio, ma arriviamo molto presto a scambiarci delle foto. Poco alla volta che messaggiamo arriviamo al punto di scambiarci anche delle foto, nel mio caso sono foto dove sono nudo, con addosso soltanto la mutanda, mentre lei sembra più restia a fare una foto del genere. Però riesco a strappargli una foto compromettente nella quale era vestita soltanto con le mutandine e il reggiseno. Mi fa arrapare il fatto che sia vogliosa come me, quindi le chiedo di incontrarci.

     

    Il bocchino che non ti aspetti

    Prendiamo appuntamento e ci incontriamo nel posto dove ci eravamo conosciuti, prendiamo un caffè e andiamo a casa mia. Gli faccio vedere la mia casa e soprattutto il salotto, dove ho un divano molto comodo con una telecamera di fronte per registrare. Iniziamo a baciarci, gli metto le mani sulla figa e inizio a masturbarla, la faccio bagnare, e la faccio stendere sul divano. Gli apro le gambe e gli lecco la figa con la mia lingua calda. Gli procuro un orgasmo per il quale le sue gambe tremano tutte e urla di godimento in una maniera incredibile. Poi arriva il mio turno, mi metto sopra di lei, e gli infilo il cazzo in bocca. Devo ammettere che è bravissima, mi fa un servizietto con i fiocchi che dopo pochi minuti mi fa sborrare molto intensamente, sulla sua faccia.

    Inserisci

    Condividere